Mjólkurbikar kvenna 2020 | Primo turno, vincono l'ÍR, l'ÍA e il KFF/Höttur/Leiknir F.

Tutto facile per le giallonere, al Grýluvöllur di Hveragerði.
07.06.2020 20:30 di Mattia Giodice Twitter:    Vedi letture
Otto reti realizzate dall'ÍA
Otto reti realizzate dall'ÍA

Nella giornata odierna, si sono disputati tre anticipi relativi al primo turno di Mjólkurbikar kvenna, primo appuntamento ufficiale della stagione, nel femminile, Meistarakeppni kvenna a parte.

Alle 15:00 ora italiana, infatti, l'ÍR ha ricevuto l'Álftanes, all'Hertz völlurinn. Le padrone di casa hanno avuto la meglio con il risultato di 2-1. Tuttavia, a passare in vantaggio sono state le ospiti con Sigrún Auður Sigurðardóttir al 50°, in un match molto equilibrato e, nella prima frazione, terminato a reti bianche. Tuttavia, un minuto dopo, al 51°, Lovísa Guðrún Einarsdóttir ha, immediatamente, ristabilito la parità. Decisiva ai fini del passaggio del turno, la rete siglata dalla polacca Oliwia Bućko al 108°, ossia nei tempi supplementari.

Un'ora dopo, invece, alle 16:00 ora italiana, l'Hamar ha ospitato l'ÍA, al Grýluvöllur di Hveragerði. Non è stato un match fortunato per le padrone di casa, che entrano quest'anno nel femminile, come Prima Squadra, in quanto le ben quotate giallonere si sono imposte con un netto 0-8. Erla Karitas Jóhannesdóttir ha aperto le marcature dopo solo sessanta secondi, ma già al 3° Fríða Halldórsdóttir ha raddoppiato. Ancora in goal Erla Karitas al 31°, mentre Védís Agla Reynisdóttir, con la rete siglata al 35°, ha portato le sue in vantaggio di quattro reti all'intervallo. Veronica Líf Þórðardóttir, entrata proprio al posto di Erla Karitas, è andata in goal al 63° e al 65°. Le ultime due realizzazioni sono state a firma della statunitense Jaclyn Ashley Poucel al 76° e Selma Dögg Þorsteinsdóttir al 90°.

Hanno chiuso la domenica, alle 18:00 ora italiana, il KFF/Höttur/Leiknir F. e l'Hamrarnir, al Fjarðabyggðarhöllin di Reyðarfjörður. 1-1 il finale nei novanta minuti, così come nei centoventi. L'ungherese Barbara Kopácsi ha aperto le marcature all'8°, ma Rebekka Lind Aðalsteinsdóttir ha trovato il pari al 76°. Dal dischetto sono state più precise le padrone di casa che, di conseguenza, hanno passato il turno.

Di seguito, i verdetti in questione, nel riepilogo grafico della KSÍ.