Mjólkurbikar kvenna 2020 | Primo turno, vincono l'ÍR, l'ÍA e il KFF/Höttur/Leiknir F.

Tutto facile per le giallonere, al Grýluvöllur di Hveragerði.
07.06.2020 20:30 di Mattia Giodice Twitter:    Vedi letture
Otto reti realizzate dall'ÍA
© foto di Hafliði B. - Fótbolti.net
Otto reti realizzate dall'ÍA

Nella giornata odierna, si sono disputati tre anticipi relativi al primo turno di Mjólkurbikar kvenna, primo appuntamento ufficiale della stagione, nel femminile, Meistarakeppni kvenna a parte.

Alle 15:00 ora italiana, infatti, l'ÍR ha ricevuto l'Álftanes, all'Hertz völlurinn. Le padrone di casa hanno avuto la meglio con il risultato di 2-1. Tuttavia, a passare in vantaggio sono state le ospiti con Sigrún Auður Sigurðardóttir al 50°, in un match molto equilibrato e, nella prima frazione, terminato a reti bianche. Tuttavia, un minuto dopo, al 51°, Lovísa Guðrún Einarsdóttir ha, immediatamente, ristabilito la parità. Decisiva ai fini del passaggio del turno, la rete siglata dalla polacca Oliwia Bućko al 108°, ossia nei tempi supplementari.

Un'ora dopo, invece, alle 16:00 ora italiana, l'Hamar ha ospitato l'ÍA, al Grýluvöllur di Hveragerði. Non è stato un match fortunato per le padrone di casa, che entrano quest'anno nel femminile, come Prima Squadra, in quanto le ben quotate giallonere si sono imposte con un netto 0-8. Erla Karitas Jóhannesdóttir ha aperto le marcature dopo solo sessanta secondi, ma già al 3° Fríða Halldórsdóttir ha raddoppiato. Ancora in goal Erla Karitas al 31°, mentre Védís Agla Reynisdóttir, con la rete siglata al 35°, ha portato le sue in vantaggio di quattro reti all'intervallo. Veronica Líf Þórðardóttir, entrata proprio al posto di Erla Karitas, è andata in goal al 63° e al 65°. Le ultime due realizzazioni sono state a firma della statunitense Jaclyn Ashley Poucel al 76° e Selma Dögg Þorsteinsdóttir al 90°.

Hanno chiuso la domenica, alle 18:00 ora italiana, il KFF/Höttur/Leiknir F. e l'Hamrarnir, al Fjarðabyggðarhöllin di Reyðarfjörður. 1-1 il finale nei novanta minuti, così come nei centoventi. L'ungherese Barbara Kopácsi ha aperto le marcature all'8°, ma Rebekka Lind Aðalsteinsdóttir ha trovato il pari al 76°. Dal dischetto sono state più precise le padrone di casa che, di conseguenza, hanno passato il turno.

Di seguito, i verdetti in questione, nel riepilogo grafico della KSÍ.