Mjólkurbikar kvenna 2020 | Primo turno, vincono Afturelding e Víkingur R. Larga vittoria dell'Augnablik. Scatenata Birgitta Hallgrímsdóttir al Framvöllur

La classe 1998 del Grindavík ha realizzato tutti i cinque goal della sfida.
09.06.2020 08:00 di Mattia Giodice Twitter:    Vedi letture
Fonte: KSÍ.is
Cinque goal per Birgitta
© foto di Hafliði B. - Fótbolti.net
Cinque goal per Birgitta

Nella giornata di ieri, dopo i tre anticipi di domenica, si sono disputati gli altri quattro incontri relativi al primo turno di Mjólkurbikar kvenna.

Alle 21:15 ora italiana, sono scese in campo sei squadre.

L'Afturelding, infatti, ha ospitato l'HK, al Fagverksvöllurinn Varmá di Mosfellsbær, con gara visibile in diretta su Stöð 2 Sport. Ad avere la meglio e passare il turno sono state le padrone di casa, che si sono imposte con un netto 3-0. Ragna Guðrún Guðmundsdóttir ha aperto le marcature al 25° e ha poi raddoppiato al 52°. Di Alda Ólafsdóttir all'80° la terza rete.

Il Fjölnir ha ricevuto l'Augnablik, all'Extra völlurinn. La società satellite del Breiðablik è stata, semplicemente, perfetta e ha ottenuto una convincente e roboante vittoria per 0-5. A sbloccare il match è stata Þórdís Katla Sigurðardóttir al 6°, mentre Björk Bjarmadóttir ha raddoppiato all'8° e indirizzato la sfida verso Kópavogur. Ísafold Þórhallsdóttir ha calato il tris al 45°. Al 78° e all'80°, la quarta e la quinta rete sono state siglate da Vigdís Lilja Kristjánsdóttir e Hildur María Jónasdóttir.

Il Grótta ha affrontato il Víkingur R., al Vivaldivöllurinn di Seltjarnarnes. La gara è stata piena di emozioni e goal, capovolgimenti di fronte e passaggio del turno delle rossonere. María Lovísa Jónasdóttir ha realizzato il primo goal della serata dopo soli centoventi secondi e Signý Ylfa Sigurðardóttir raddoppiato al 10°. La sfida, di conseguenza, sembrava indirizzata verso le padrone di casa, ma Nadía Atladóttir ha accorciato le distanze al 35° e Brynhildur Vala Björnsdóttir rimesso tutto in discussione al 39°. Tuttavia, ancora María Lovísa ha riportato avanti le sue, prima del nuovo pareggio, ancora con Nadía, arrivato in piena "Zona Cesarini", al 91°. Ciò ha significato il proseguimento ai tempi supplementari. Unnbjörg Jóna Ómarsdóttir ha trovato il guizzo vincente al 98° e, nuovamente, Nadía, ha chiuso i conti al 106°, per il 3-5 finale, dopo il 3-3 dei tempi regolamentari. Al 59°, era stata espulsa Emma Steinsen Jónsdóttir, per il Grótta.

Alle 22:00 ora italiana, invece, hanno chiuso la serata il Fram e il Grindavík, al Framvöllur. Come per la sfida all'Extra völlurinn, le ospiti hanno avuto la meglio, vincendo in maniera larga, ossia con il medesimo risultato: 0-5. Ma a rendere particolare il tutto, non è stata tanto la prestazione della squadra, ma quella di Birgitta Hallgrímsdóttir. La classe 1998 è stata la protagonista assoluta della sfida che, probabilmente, ricorderà a lungo, in quanto è stata l'autrice di tutte e cinque le reti delle sue. In novanta minuti, quindi, ha messo a segno più goal di quanti ne aveva segnati in tutta la scorsa Lengjudeild kvenna, quando ne fece quattro, ma in diciassette presenze. Ha iniziato lo show al 34°, raddoppiato due minuti dopo, al 36°. Il tris è arrivato dagli undici metri, al 73°, e, ancora nei centoventi secondi successivi, al 75°, la quarta realizzazione. Al 90°, la quinta e ultima marcatura, in una serata perfetta per lei, che l'ha resa tale anche al Grindavík.

Di seguito, i verdetti in questione, nel riepilogo grafico della KSÍ.