Meistarakeppni karla 2020 | KR - Víkingur R., i bianconeri si aggiudicano il trofeo

Ennesimo successo per il KR, dopo la scorsa Pepsi Max deild karla.
07.06.2020 23:00 di Mattia Giodice Twitter:    Vedi letture
Decisivo un goal di Kennie
Decisivo un goal di Kennie

Nella serata odierna, alle 21:15 ora italiana, il primo appuntamento ufficiale, per ciò che concerne il calcio maschile in Islanda, Mjólkurbikar karla a parte, ha visto la disputa della Meistarakeppni karla.

Il prestigioso trofeo messo in palio tra i vincitori della scorsa Pepsi Max deild karla, ossia il KR, e dell'ultima Mjólkurbikar karla, ovvero il Víkingur R., assegnato al Meistaravellir, è terminato con il risultato di 1-0.

Il KR ha iniziato con Óskar Örn Hauksson in panchina e disposto con un 4-2-3-1. Il danese Tobias Bendix Thomsen come riferimento offensivo e Kennie Knak Chopart terzino sinistro

Il Víkingur R., schierato col 4-3-3, con Óttar Magnús Karlsson in avanti e Sölvi Geir Ottesen Jónsson in tribuna. Kristall Máni Ingason, invece, non ha ancora ottenuto il pass per poter giocare con i rossoneri.

In particolar modo nei primi dieci minuti, è successo poco o nulla, con le due squadre che si sono studiate mossa per mossa.

Nessuna aveva il predominio del gioco, ma entrambe erano ben ordinate tatticamente.

Al 13°, Atli Sigurjónsson, dopo aver visto l'inserimento di Kennie, l'ha servito ed è andato alla conclusione ravvicinata con Ingvar Jónsson che, però, ha sventato il pericolo.

Due minuti dopo, al 15°, la risposta di Ágúst Eðvald Hlynsson, che ha scambiato veloce con Atli Hrafn Andrason e poi calciato di prima intenzione, ma trovato la pronta opposizione di Beitir Ólafsson.

Intorno al 20° è iniziata a scendere una leggera pioggia, anche se difficilmente si può affermare che abbia condizionato il gioco, con Óttar Magnús pericoloso in area avversaria, ma Beitir attento.

Al 31°, l'episodio che ha sbloccato il match. Azione confusionaria partita dalla destra, traversone in mezzo, malinteso tra Ingvar e i suoi difensori, palla che finisce a Kennie che, a quel punto, non ha potuto fare altro che mettere in rete per il vantaggio dei campioni d'Islanda, nonostante il disperato intento di Davíð Örn Atlason nel cercare di salvare sulla linea.

Nei minuti successivi, il gioco è entrato definitivamente nel vivo e si è fatto anche più duro e con due cartellini gialli in serie per Dofri Snorrason e Stefán Árni Geirsson al 33° e al 37°.

In chiusura di tempo, al 45°, ci ha provato Erlingur Agnarsson, dopo una buona azione offensiva prolungata dei suoi, ma la sfera è terminata sulla retroguardia avversaria e deviata in angolo.

Alla ripresa, il primo squillo è arrivato 54°, con Atli Sigurjónsson che ha servito Tobias e, quest'ultimo, calciato in porta di prima intenzione, trovando l'opposizione di Ingvar.

Sul capovolgimento di fronte, invece, grande chance capitata sui piedi di Viktor Örlygur Andrason, ma non sfruttata a dovere.

Dal 61° al 67°, girandola di cambi che ha visto entrare Óskar Örn al posto di Stefán Árni, Aron Bjarki Jósepsson per Kennie, Logi Tómasson per Dofri, Helgi Guðjónsson per Erlingur Agnarsson, Nikolaj Hansen per Atli Hrafn, Ægir Jarl Jónasson per Atli e il salvadoregno Pablo Oshan Punyed Dubón per Arnþór Ingi Kristinsson.

Al 75°, vicinissimo al raddoppio proprio Óskar Örn, che non ha trovato l'esito sperato, su una splendida rovesciata.

Al 79°, ci ha provato Logi con una gran conclusione delle sue, ma è stato altrettanto bravo Beitir a spedire in angolo.

All'88°, enorme opportunità per il Víkingur R., con Helgi che ha recuperato palla sull'out di destra e servito Ágúst Eðvald, il quale ha concluso con forza, facendo la barba al palo.

Nei minuti finali, di cui tre di recupero, non si sono visti altri particolari sussulti, con i bianconeri in grado di controllare la situazione e aggiudicarsi, così, la coppa.

| IL TABELLINO DEL MATCH |

KR - Víkingur R. = 1-0 (Kennie Knak Chopart al 31°).

KR (4-2-3-1): 1. Beitir Ólafsson; 19. Kristinn Jónsson, 25. Finnur Tómas Pálmason, 5. Arnór Sveinn Aðalsteinsson, 11. Kennie Knak Chopart (18. Aron Bjarki Jósepsson, dal 61°); 8. Finnur Orri Margeirsson, 4. Arnþór Ingi Kristinsson (16. Pablo Oshan Punyed Dubón, dal 67°); 29. Stefán Árni Geirsson (22. Óskar Örn Hauksson, dal 61°), 10. Pálmi Rafn Pálmason, 23. Atli Sigurjónsson (14. Ægir Jarl Jónasson, dal 66°); 7. Tobias Bendix Thomsen.
A disposizone: 13. Guðjón Orri Sigurjónsson, 6. Gunnar Þór Gunnarsson, 17. Alex Freyr Hilmarsson.
Allenatore: Rúnar Kristinsson. 

Víkingur R. (4-3-3): 1. Ingvar Jónsson; 24. Davíð Örn Atlason, 21. Kári Árnason, 6. Halldór Smári Sigurðsson, 11. Dofri Snorrason (3. Logi Tómasson, dal 62°); 7. Erlingur Agnarsson (9. Helgi Guðjónsson, dal 62°), 20. Júlíus Magnússon, 13. Viktor Örlygur Andrason; 77. Atli Hrafn Andrason (23. Nikolaj Hansen, al 63°), 22. Ágúst Eðvald Hlynsson, 10. Óttar Magnús Karlsson.
A disposizione: 12. Þórður Ingason, 17. Atli Barkarson, 18. Örvar Eggertsson, 27. Tómas Guðmundsson.
Allenatore: Arnar Bergmann Gunnlaugsson.