ESCLUSIVA AF.it | Pepsi Max deild kvenna 2020 - Parola agli esperti. Una squadra d'eccezione racconterà le possibili vicende della nuova stagione

La redazione di AtlanticFootball.it ha interpellato diversi esponenti del movimento calcistico islandese.
13.05.2020 12:00 di Mattia Giodice Twitter:    Vedi letture
Il logo della competizione
Il logo della competizione

L'emergenza legata al COVID-19 ha fermato il calcio, e lo sport in generale, in quasi tutto il globo.

Molte competizioni sono state annullate, alcune rinviate e altre posticipate rispetto alla data in cui era prevista la partenza.

Come noto, le varie competizioni calcistiche islandesi, sia maschili sia femminili, non sono state da meno e, così, la Pepsi Max deild kvenna prenderà il via nel mese di giugno (CLICCA QUI).

Tuttavia, la redazione di AtlanticFootball.it non si è fatta trovare impreparata e non mancherà nel raccontarvi tutto ciò che succederà sui campi dell'isola in estate dove, per evidenti ragioni, diverse giornate saranno vicine tra loro e, di conseguenza, più sfide di cui parlare.

Dunque, eventuale Meistarakeppni kvenna a parte, un campionato che si preannuncia movimentato, come del resto la Mjólkurbikar kvenna, e squadre e giocatrici da osservare con attenzione.

Lengjubikar kvenna e altri tornei invernali accantonati per la pandemia, si riparte dopo una straordinaria stagione che ha visto il Valur vincere il titolo nel 2019, in un duello davvero entusiasmante con il Breiðablik.

Il Selfoss, che ha conquistato la coppa nazionale, ha vinto ciò che viene comunemente chiamato "campionato delle squadre normali", ma che nella realtà tanto normali non lo sono e non lo erano, considerando che dietro si è lasciato formazioni come il Þór/KA, lo Stjarnan, ancora più staccato l'ÍBV e non solo.

Il Þróttur R. ha dominato la scorsa 1. deild kvenna, ancora con la denominazione "Inkasso", e sarà protagonista dell'annata alle porte con le rientranti dell'FH.

L'"EyjakonaBerglind Björg Þorvaldsdóttir, poi passata al Milan in inverno e di rientro a Kópavogur (CLICCA QUI), e Hlín Eiríksdóttir ed Elín Metta Jensen del Valur sono arrivate davanti a Margrét Lára Viðarsdóttir di un goal nella classifica marcatrici, ma la sorella maggiore di Elísa Viðarsdóttir ha, recentemente, appeso gli scarpini al chiodo.

La talentuosa Sveindís Jane Jónsdóttir si è trasferita al Breiðablik e Halldór Jón Sigurðsson non sarà più al timone della compagine di Akureyri, ma queste sono solo alcune delle novità e, riguardo al calciomercato, è possibile consultare il momentaneo riepilogo redatto nei giorni scorsi (CLICCA QUI).

Abbiamo individuato e contattato dodici esponenti del massimo campionato calcistico femminile islandese, infatti, che, in queste settimane, ci racconteranno i vari punti salienti di quello che ci aspettiamo di vedere nel 2020.

La nostra ben equipaggiata squadra di esperti sarà composta da Daði Rafnsson, tra le altre cose ex componente dello staff di Sigurður Ragnar Eyjólfsson sulla panchina della nazionale femminile cinese, Edda Garðarsdóttir, ora allenatrice e, al momento, vice dell'inglese Nik Anthony Chamberlain al Þróttur R., ma ex leggenda del calcio femminile islandese, Kristjana Arnarsdóttir, giornalista sportiva della RÚV, e la fotografa ed ex calciatrice Eva Björk Ægisdóttir.

Poi, ancora, lo stesso Donni Sigurðsson e l'ex centrocampista di Chieti e Roma, ovviamente del Selfoss in Islanda, Kristrún Rut Antonsdóttir.

Ma anche Hulda Mýrdal Gunnarsdóttir e Mist Rúnarsdóttir, che portano la loro esperienza sul campo nella scrittura, per Fótbolti.net, e a voce, per la trasmissione radiofonica Heimavöllurinn, Ragna Björg Einarsdóttir, la quale dopo una buona carriera con Fylkir e Breiðablik, per citare solo due squadre, ora è all'interno dello staff tecnico di Þorsteinn H. Halldórsson, e ha disputato diciotto partite nel 2019, tra campionato e coppa, con l'Augnablik, Úlfar Hinriksson, tecnico nelle giovanili delle "Blikar" ed ex allenatore di diverse selezioni nazionali femminili, sempre a livello giovanile, islandesi, e Viggó Magnússon, padre di Glódís Perla Viggósdóttir.

Preziosa, anche la presenza dell'irlandese Christopher Thomas Harrington, ora allenatore, ex B71, alle Fær Øer, e Tindastóll, nel maschile, e Hamrarnir, nel femminile, in Islanda, oltre che nello staff tecnico di Donni prima di trasferirsi sull'arcipelago, attualmente al timone del Fram femminile, nella nuova avventura in proprio, dopo lo scioglimento della partnership con l'Afturelding.

Gli argomenti trattati, spaziano dalla squadra che solleverà al cielo la prossima Pepsi Max deild kvenna fino alle due squadre che la lasceranno in autunno, passando per le formazioni che potrebbero sorprendere e le giocatrici che si metteranno in luce.

Questo e molto altro ancora, sul nostro sito Internet, già alternato con la controparte maschile (CLICCA QUI), a partire da dopodomani.