Vittoria e goal per Kristrún Rut Antonsdóttir con il suo Chieti

Successo esterno sul campo del Nebrodi
19.03.2018 21:58 di Mattia Giodice Twitter:    Vedi letture
Fonte: chieticalciofemminile.net
Le undici iniziali
Le undici iniziali

La centrocampista islandese Kristrún Rut Antonsdóttir, ex Selfoss, ha disputato tutti i 90 minuti della sfida che ieri ha visto vincere il suo Chieti contro il Nebrodi, allo Stadio Ciccino Micale di Capo d'Orlando, nella ventesima giornata di Serie B.

Per lei, anche la gioia personale del goal nel 3-0 finale.

Secondo quanto riferito dal Chieti sul proprio sito Internet ufficiale, le neroverdi hanno disputato una buona gara.

Il match, infatti, è stato a senso unico, con le ospiti che hanno saputo imporre il proprio gioco sin dalle fasi iniziali, restando quasi sempre nella metà campo avversaria e costruendo almeno otto - nove occasioni da rete, oltre alle tre realizzate e al palo colpito dalla numero dieci Giulia Di Camillo.

Inoltre, viene considerata una prestazione nettamente migliore rispetto alle ultime uscite, sia sotto l'aspetto dell'impegno ma anche tecnico.

Il Nebrodi non ha avuto particolari chances, con Maria Grazia Balbi spettatrice non pagante.

Le siciliane, viene detto, si sono difese bene, in maniera arcigna e coriacea, ma alla fine sono uscite anche con tre ammonite ed una espulsa.

Le teatine, invece, per diversi tratti della partita hanno saputo costruire ottime trame di gioco, palla a terra, con buoni inserimenti delle centrocampiste, cosa che ultimamente era mancata.

Il Chieti è passato in vantaggio al 22° del primo tempo, grazie una buona azione corale che ha portato Alessia Tagliaferri ad un tiro - cross non trattenuto da Maria Teresa Lavopa con Erica Pica che, ben appostata sul secondo palo, ha messo in rete.

Il raddoppio è arrivato al 77°. Pallone in verticale per Marija Vukčević, avversaria delle Fær Øer di Pætur Smith Clementsen con il suo Montenegro lo scorso aprile, che ha anticipato l’uscita di Lavopa con un pallonetto vincente.

Le due si sono anche scontrate nell’azione all’interno dell’area, dunque, se non ci fosse stato il goal probabilmente Gianluca Catanzaro avrebbe fischiato un calcio di rigore in favore delle neroverdi.

L'estremo difensore delle padrone di casa è rimasta a terra, poi una volta rialzata, ha protestato vivacemente con Catanzaro rimediando la conseguente espulsione diretta.

Al 38° il tris del Chieti è nato da un traversone sul secondo palo sul quale il secondo portiere del Nebrodi è rimasta fra i pali e proprio Kristrún Rut Antonsdóttir, ben appostata, ha messo in rete.

Da segnalare l’ingresso sul finale dell'incontro di Samantha La Mattina e Giulia Forcella al posto di Pica e Vukčević.

Il Chieti è attualmente terzo in classifica con 38 punti e tre in più della Roma XIV, anche se con una gara in più, e del Grifone Gialloverde con 35. Davanti, solo la Lazio con 40 punti e la Roma con 54.

Il Nebrodi, invece, è penultimo con 7 punti.