Sara Björk Gunnarsdóttir è la miglior sportiva islandese del 2018

Il capitano della nazionale porta a casa il trofeo per la prima volta in carriera
29.12.2018 22:00 di Mattia Giodice Twitter:   articolo letto 389 volte
Sara Björk solleva il trofeo
Sara Björk solleva il trofeo

Nella serata odierna, una folta giuria presieduta dai giornalisti sportivi più influenti dell'isola è stata chiamata al voto per eleggere, come di consueto, il miglior sportivo, squadra e allenatore dell'anno nel 2018 (CLICCA QUI).

La cerimonia, tenutasi all'Harpa e mostrata in diretta e in esclusiva sulla RÚV, ha visto trionfare, per la prima volta nella sua carriera, Sara Björk Gunnarsdóttir, centrocampista del Wolfsburg e capitano della nazionale di calcio femminile, nella categoria di miglior sportivo dell'anno con 464 punti.

Sara Björk era l'unica calciatrice in lizza per il premio, mentre erano presenti in tre come calciatori: Alfreð Finnbogason, Gylfi Þór Sigurðsson e Jóhann Berg Guðmundsson.

Della lista facevano parte anche la mezzofondista Guðbjörg Jóna Bjarnadóttir, la leggenda della pallamano maschile Guðjón Valur Sigurðsson, il golfista Haraldur Franklín Magnússon, l'atleta di powerlifting maschile Júlían J. K. Jóhannsson, la stella del basket maschile Martin Hermansson e il ginnasta Valgarð Reinhardsson, ma a contenderle il premio nella TOP 3 finale vi erano Gylfi Þór e Júlían.

• Di seguito, la classifica finale con un distacco di quarantotto punti tra Sara Björk Júlían, secondo.

1. Sara Björk Gunnarsdóttir, 464;
2. Júlían J. K. Jóhannsson, 416;
3. Gylfi Þór Sigurðsson, 344;
4. Guðjón Valur Sigurðsson, 164;
5. Alfreð Finnbogason, 136;
6. Jóhann Berg Guðmundsson, 124;
7-8. Haraldur Franklín Magnússon, 95;
7-8. Guðbjörg Jóna Bjarnadóttir, 95;
9. Valgarð Reinhardsson, 58;
10. Martin Hermannsson, 56;
11. Valdís Þóra Jónsdóttir, 49;
12. Aron Einar Malmquist Gunnarsson, 39;
13. Aron Pálmarsson, 25;
14. Bergrún Ósk Aðalsteinsdóttir, 18;
15. Arnór Sigurðsson, 17;
16. Andrea Sif Pétursdóttir, 16;
17. Ólafía Þórunn Kristinsdóttir, 15;
18. Róbert Ísak Jónsson, 12;
19. Axel Bóasson, 11;
20. Anton Sveinn McKee, 9;
21-22. Ásdís Hjálmsdóttir, 4;
21-22. Arnar Davíð Jónsson, 4;
23. Helena Sverrisdóttir, 4;
24. Hannes Þór Halldórsson, 3;
25-29. Sif Atladóttir, 2;
25-29. Aníta Hinriksdóttir, 2;
25-29. Guðni Valur Guðnason, 2;
25-29. Fanney Hauksdóttir, 2;
25-29. Glódís Perla Viggósdóttir, 2;
30-31. Þuríður Erla Helgadóttir, 1;
30-31. Birgir Leifur Hafþórsson, 1.

Sara Björk, eletta miglior calciatrice islandese dalla KSÍ negli ultimi sette anni, ha avuto la possibilità di vincere il premio anche nel 2017, essendo nella TOP 10, ma non era riuscita ad arrivare sul podio fermandosi solo al quinto posto.

TOP 10 che, tuttavia, ha raggiunto per sette volte. 

Per lei, infatti, un quarto posto nel 2011 e nel 2014, sesto nel 2013 e nel 2016 e ottavo nel 2015.

Presentata nella scheda stilata da Þorkell Gunnar Sigurbjörnsson, collega proprio della RÚV, così: "Sara Björk Gunnarsdóttir, calciatrice del Wolfsburg. Sara Björk è diventata campionessa tedesca e ha conquistato anche la coppa nazionale con il Wolfsburg, durante l'anno. La squadra è arrivata fino alla finale di UEFA Women's Champions League, ma ha perso contro l'Olympique Lyonnais e Sara Björk si è infortunata nel corso della partita. È stata il capitano della nazionale di calcio femminile islandese, ma la squadra non è riuscita ad assicurarsi un posto ai Mondiali della prossima estate. Alla fine dell'anno, è stata scelta come trentunesima calciatrice migliore al mondo nelle elezioni annuali del 'The Guardian', quotidiano britannico.", diventa anche la settima donna su sessantatré edizioni ad aggiudicarsi il premio, seconda consecutiva.

Questo perché la golfista Ólafía Þórunn Kristinsdóttir si era aggiudicata il titolo nella scorsa edizione.

Margrét Lára Viðarsdóttir, invece, era stata finora l'unica calciatrice vittoriosa, nel 2007.

Le altre quattro donne primatiste sono state Sigríður Sigurðardóttir (1964), leggenda della pallamano femminile islandese, le nuotatrici Ragnheiður Runólfsdóttir (1991) ed Eygló Ósk Gústafsdóttir (2015) e Vala Flosadóttir, atletica leggera, (2000).

Inoltre, a margine della cerimonia, Sara Björk ha dichiarato: "È stato un anno pieno di alti e bassi. Con la nazionale non è stato positivo. Siamo state molto vicine alla qualificazione ai Mondiali per la prima volta che, naturalmente, era il sogno di tutte noi, ma sfortunatamente non è stato possibile coronarlo questa volta. Jón Þór Hauksson? È semplicemente entusiasmante. Un nuovo allenatore e un nuovo inizio per le ragazze e ci sarà il prossimo round di qualificazioni, parteciperemo al prossimo grande torneo (Europei, ndr). Wolfsburg? Sì, naturalmente abbiamo vinto campionato e coppa nazionale e preso parte alla finale di UEFA Women's Champions League. Certo che sei felice, sei la prima a divertirti e poi vuoi vincere questi grandi titoli. Firmare per un ennesimo secondo posto? No, non faccio questo lavoro per arrivare seconda (ride, ndr)".

È possibile vedere l'intervista integrale e il momento della premiazione sul sito Internet ufficiale della RÚV, collegandosi al seguente link: "„Ég er ekki í þessu til að vera í öðru sæti“".

Nelle altre due categorie, Kristján Andrésson, tecnico della nazionale maschile svedese di pallamano, ha trionfato come miglior allenatore sportivo dell'anno ai danni di Þorsteinn H. Halldórsson, allenatore del Breiðablik di calcio femminile, e Arnar Pétursson, coach della squadra maschile di pallamano dell'ÍBV.

• Di seguito, la classifica al completo:

1. Kristján Andrésson, 98;
2. Arnar Pétursson, 67;
3. Þorsteinn H. Halldórsson, 37;
4. Finnur Freyr Stefánsson, 22;
5. Heimir Guðjónsson, 12;
6. Ólafur Jóhannesson, 10:
7. Elísabet Gunnarsdóttir, 8;
8. Heimir Hallgrímsson, 6;
9. Þórir Hergeirsson, 5;
10. Guðmundur Guðmundsson, 3;
11-12. Patrekur Jóhanesson, 1;
11-12. Stefán Arnarson, 1.

La nazionale mista di golf, rappresentata nella serata da Axel Bóasson, Birgir Leifur Hafþórsson, Ólafía Þórunn Kristinsdóttir e Valdís Þóra Jónsdóttir, è stata eletta come squadra dell'anno, precedendo l'ÍBV di pallamano maschile e la nazionale femminile di ginnastica di gruppo.

• Di seguito, la classifica completa: 

1. Nazionale islandese mista di golf, 90;
2. ÍBV di pallamano maschile, 83;
3. Nazionale femminile di ginnastica di gruppo, 40;
4. Breiðablik di calcio femminile, 35;
5. KR di basket maschile, 12;
6. Valur di calcio maschile, 6;
7. Nazionale islandese di calcio maschile, 4.