Migliori sportivi, squadre e allenatori dell'anno nel 2018 | Alfreð, Gylfi Þór, Jóhann Berg, Sara Björk e Þorsteinn in lizza per il titolo

Chi succederà ad Ólafía Þórunn?
22.12.2018 10:00 di Mattia Giodice Twitter:   articolo letto 156 volte
Ólafía Þórunn riceve il trofeo
Ólafía Þórunn riceve il trofeo

Nella giornata odierna, una folta giuria presieduta dai giornalisti sportivi più influenti dell'isola si è radunata per nominare i consueti premi assegnati agli sportivi che si sono maggiormente distinti durante il corso dell'anno.

La cerimonia, molto importante, seguita e, soprattutto, tanto attesa in tutta l'Islanda, si terrà sabato 29 dicembre all'Harpa e, come di consueto, sarà mostrata in diretta e in esclusiva sulla RÚV.

Se non dovesse mutare il criterio di assegnazione dei punti, anche quest'anno venti punti andranno al primo, quindici al secondo, dieci al terzo, sette al quarto ecc.

Si assegnano tre premi:

Miglior sportivo dell'anno;
Migliore squadra sportiva dell'anno;
Miglior allenatore sportivo dell'anno.

La scorsa stagione, la prima categoria è stata vinta da Ólafía Þórunn Kristinsdóttir, oltretutto prima golfista nella storia dello sport islandese ad aggiudicarsi il premio di atleta dell'anno e, più in generale, si è trattato della sesta donna a sollevare l'ambito trofeo su sessantadue vincitori, dalla prima edizione ad oggi.

Seconda categoria conquistata dalla nazionale maschile di calcio con il terzino destro Birkir Már Sævarsson, che era fresco di ritorno al Valur dopo l'esperienza all'estero con i norvegesi del Brann e gli svedesi dell'Hammarby, a ritirare il premio.

Heimir Hallgrímsson, commissario tecnico proprio della nazionale maschile di calcio in quel periodo, ora alla guida dei qatarioti dell'Al-Arabi, si aggiudicò il premio di coach dell'anno.

Per l'edizione del 2018, gli atleti che praticano il calcio e avranno la possibilità di sollevare il trofeo sono quattro.

In ordine alfabetico troviamo Alfreð Finnbogason, Gylfi Þór Sigurðsson, Jóhann Berg Guðmundsson e Sara Björk Gunnarsdóttir, naturalmente in lizza come sportivi dell'anno, così presentati nella scheda stilata da Þorkell Gunnar Sigurbjörnsson, collega proprio della RÚV.

"Alfreð Finnbogason, calciatore dell'Augsburg. Alfreð ha segnato il goal dell'Islanda contro l'Argentina e allo stesso tempo il primo goal dell'Islanda ai Mondiali. Alfreð ha anche segnato un goal con l'Islanda in UEFA Nations League, contro la Svizzera al Laugardalsvöllur. Alfreð ha avuto una buona stagione con l'Augsburg in Bundesliga e, nonostante gli infortuni, Alfreð ha segnato dodici goal in ventidue partite. Nella stagione in corso, Alfreð ha giocato otto partite e ha segnato sette goal."

"Gylfi Þór Sigurðsson, calciatore dell'Everton. Gylfi Þór ha giocato un ruolo importante nella nazionale di calcio maschile islandese che ha partecipato per la prima volta ai Mondiali. Gylfi Þór ha segnato il secondo goal dell'Islanda al torneo. Ha avuto un ruolo importante in Premier League con l'Everton, squadra che si è classificata ottava. Gylfi Þór ha avuto un ruolo ancora più importante nella squadra questo autunno segnando sei goal in tredici partite."

"Jóhann Berg Guðmundsson, calciatore del Burnley. Jóhann Berg è stato un personaggio chiave del Burnley in Premier League, la squadra è stata una rivelazione, si è classificata settima e ha partecipato alla UEFA Europa League per la prima volta in oltre mezzo secolo. Era un personaggio chiave della nazionale di calcio maschile islandese che ha disputato per la prima volta i Mondiali."

"Sara Björk Gunnarsdóttir, calciatrice del Wolfsburg. Sara Björk è diventata campionessa tedesca e ha conquistato anche la coppa nazionale con il Wolfsburg, durante l'anno. La squadra è arrivata fino alla finale di UEFA Women's Champions League, ma ha perso contro l'Olympique Lyonnais e Sara Björk si è infortunata nel corso della partita. È stata il capitano della nazionale di calcio femminile islandese, ma la squadra non è riuscita ad assicurarsi un posto ai Mondiali della prossima estate. Alla fine dell'anno, è stata scelta come trentunesima calciatrice migliore al mondo nelle elezioni annuali del 'The Guardian', quotidiano britannico."

Un ulteriore sportivo nel mondo del calcio si può trovare anche nella categoria di miglior allenatore sportivo dell'anno.

In lizza per il premio, infatti, c'è Þorsteinn H. Halldórsson, tecnico della squadra femminile del Breiðablik.

Di seguito, la sua scheda:

"Þorsteinn Halldórsson, allenatore della squadra di calcio femminile del Breiðablik.
Il Breiðablik ha dato del filo da torcere alle altre squadre questa estate e sotto il comando di Þorsteinn, le 'Blikakonur' hanno conquistato il double, titolo di campionesse d'Islanda e vincitrici della coppa nazionale.
"

A contendere il premio a Þorsteinn saranno Arnar Pétursson, allenatore della squadra maschile di pallamano dell'ÍBV, e Kristján Andrésson, allenatore della nazionale maschile svedese di pallamano.

Nelle altre categorie, come miglior sportivo dell'anno, Alfreð Finnbogason, Gylfi Þór Sigurðsson, Jóhann Berg Guðmundsson e Sara Björk Gunnarsdóttir se la vedranno anche con la mezzofondista Guðbjörg Jóna Bjarnadóttir, la leggenda della pallamano maschile Guðjón Valur Sigurðsson, il golfista Haraldur Franklín Magnússon, l'atleta di powerlifting maschile Júlían J. K. Jóhannsson, la stella del basket maschile Martin Hermansson e il ginnasta Valgarð Reinhardsson.

Come squadra dell'anno, invece, sono in lizza l'ÍBV di pallamano maschile, la nazionale mista di golf e la nazionale femminile di ginnastica di gruppo.

| UN PO' DI STORIA |

Il primo atleta ad aggiudicarsi il titolo di sportivo dell'anno fu Vilhjálmur Einarsson nel 1956, dopo aver vinto la medaglia d'argento ai Giochi Olimpici di Melbourne, in Australia. Vilhjálmur vinse per i primi tre anni e cinque volte in totale (1956, 1957, 1958, 1960 e 1961). Nessun atleta è stato selezionato più volte come miglior sportivo dell'anno in Islanda rispetto a Vilhjálmur.

Il giocatore di pallamano Ólafur Stefánsson è colui che ha più di recente vinto il titolo, nel maggior numero di volte. Ólafur, infatti, ha ricevuto il titolo per quattro volte (2002, 2003, 2008 e 2009). Il giavellottista Hreinn Halldórsson è stato scelto come atleta dell'anno per tre volte (1976, 1977 e 1979), così come il collega Einar Vilhjálmsson (1983, 1985 e 1988) e il nuotatore Örn Arnarson (1998, 1999 e 2001).

Diversi atleti hanno ricevuto il titolo due volte. Si tratta di Valbjörn Þorláksson, atletica leggera, (1959 e 1965), il nuotatore Guðmundur Gíslason (1962 e 1969), il calciatore Ásgeir Sigurvinsson (1974 e 1984), l'atleta di powerlifting Skúli Óskarsson (1978 e 1980), Jón Arnar Magnússon, atletica leggera, (1995 e 1996) e i calciatori Eiður Smári Guðjohnsen, leggenda del calcio isolano, (2004 e 2005) e proprio Gylfi Þór Sigurðsson (2013 e 2016).

La golfista Ólafía Þórunn Kristinsdóttir, come detto, è stata scelta sportiva dell'anno nel 2017. 

Tuttavia, lei non è tra i primi dieci quest'anno.

I vincitori appena elencati provengono da dieci sport differenti.

Nell'atletica leggera c'è stato un vincitore come sportivo dell'anno per ventuno volte. I giocatori di pallamano hanno alzato il trofeo dodici volte e i calciatori undici volte. I nuotatori sono a nove successi, tre nel powerlifting, due i giocatori di basket. Una sola volta per i judoka, gli sport a cavallo, aerobica e golf, per l'appunto.

Lo sportivo dell'anno è stato per cinquantasei volte un uomo e per sei volte una donna. 

Ad ogni modo, il numero di donne ad aggiudicarsi il trofeo è aumentato negli ultimi anni, poiché due donne hanno vinto il premio negli ultimi tre anni.

La nuotatrice Eygló Ósk Gústafsdóttir nel 2015, la più recente, prima della golfista Ólafía Þórunn Kristinsdóttir, come detto precedentemente. Le altre quattro donne che hanno sollevato il trofeo sono Sigríður Sigurðardóttir (1964), leggenda della pallamano femminile islandese, la nuotatrice Ragnheiður Runólfsdóttir (1991), Vala Flosadóttir, atletica leggera, (2000) e la calciatrice Margrét Lára Viðarsdóttir, una delle migliori prime punte nella storia del calcio femminile islandese, (2007).