Le ventitré convocate di Jón Þór Hauksson per l'amichevole contro la Scozia. Presenti Bryndís Lára ed Elísa

Sandra María non fa parte del gruppo
04.01.2019 15:00 di Mattia Giodice Twitter:    Vedi letture
Fonte: ksi.is
Elísa torna in gruppo
Elísa torna in gruppo

Nel pomeriggio odierno, Jón Þór Hauksson, neo commissario tecnico della nazionale femminile islandese, ha diramato la lista ufficiale delle ventitré "Stelpurnar Okkar" convocate per l'amichevole di lunedì 21 gennaio contro la Scozia, a La Manga, in Spagna, e ha parlato in conferenza stampa al Laugardalsvöllur di Reykjavík

Dopo un primo appuntamento non ufficiale dello scorso novembre, con soli allenamenti e in un gruppo formato unicamente da giocatrici che militano in Pepsideild, questo sarà l'esordio sul rettangolo verde per l'Islanda, da quando Jón Þór e l'inglese Ian David Jeffs hanno preso il timone della nazionale femminile, in seguito agli addii di Freyr Alexandersson, passato a vice dello svedese Erik Anders Hamrén nella nazionale maschile, e Ásmundur Guðni Haraldsson.

Come lo scorso anno, è stata scelta ancora la zona di Murcia per vedere all'opera l'Islanda nel suo nuovo corso.

Esattamente un mese dopo si conosceranno le avversarie e il girone di qualificazione agli Europei del 2021 in Inghilterra dove, partendo dalla seconda fascia, non sarà possibile affrontare la Danimarca e la Finlandia, mentre vale il discorso inverso sulle Fær Øer di Pætur Smith Clementsen (quinta fascia) e/o una tra la Norvegia di María Þórisdóttir e la Svezia (prima fascia).

"Dobbiamo essere fortunati nel sorteggio, come sempre. Naturalmente, vorremmo evitare le nazionali più forti, ma se ciò non fosse possibile, lo accetteremmo. Negli ultimi anni, l'Islanda ha dimostrato che la squadra può fare punti con chiunque. Non sarà semplice da quello che possiamo vedere, ma ci si aspetta sempre di fare il meglio.", ha affermato il CT.

Jón Þór, nonostante il mancato accesso alla fase finale dei Mondiali in Francia della prossima estate, si auspica di riuscire a vedere le proprie ragazze in campo nelle date FIFA di aprile (1-9) e giugno (10-18), in modo tale da avere la squadra nelle migliori condizioni a fine agosto, quando la corsa verso un posto al torneo continentale prenderà il via, e conoscere meglio le giocatrici.

Tuttavia, da domenica 24 febbraio ci sarà il consueto rendez-vous in Portogallo con l'Algarve Cup, ma la formula dovrebbe variare rispetto alle precedenti edizioni e l'Islanda potrebbe disputare tre partite anziché quattro.

La Scozia, invece, ormai priva di Gemma Fay, ex estremo difensore dello Stjarnan, parteciperà per la prima volta nella sua storia ai Mondiali, affrontando Inghilterra, Giappone e Argentina nel Gruppo D, e le varie amichevoli da qui in estate rappresenteranno delle tappe cruciali nell'avvicinamento alla massima competizione intercontinentale.

L'Islanda ha incontrato recentemente la Scozia, nelle qualificazioni agli Europei del 2017, e i ricordi sono più che felici. 

Le "Stelpurnar Okkar" si imposero con un netto 0-4 al Falkirk Stadium, con reti di Hallbera Guðný Gísladóttir, Harpa Þorsteinsdóttir, Gunnhildur Yrsa Jónsdóttir e Margrét Lára Viðarsdóttir, ma vennero sconfitte per 1-2 al Laugardalsvöllur di Reykjavík in un KO agrodolce, che andò ugualmente a sancire l'accesso alla fase finale in Olanda.

Ad ogni modo, la nazionale scozzese è in grande crescita e attualmente può fare affidamento su stelle del calibro di Jennifer Patricia Beattie, Kirsty Smith, Elizabeth Arnot, Christie MurrayCaroline Elspeth Lillias Weir, Erin Cuthbert, Claire Emslie e Lisa Catherine Evans, solo per citarne alcune, oltre, naturalmente, all'"italiana" Lana Clelland.

L'Islanda sarà ancora piena di problemi, con Dagný Brynjarsdóttir ancora fuori per infortunio e reduce da un parto, e che vede aggiungersi Guðbjörg Gunnarsdóttir in infermeria.

"Dagný sta proseguendo bene la sua riabilitazione e ha lavorato molto duramente per rientrare. È andato tutto bene e speriamo di vederla presto in campo. C'è più incertezza per Gugga. Ha fatto una grande operazione e sta iniziando la sua riabilitazione. È difficile dire adesso come andrà, ma io sono un uomo ottimista per natura e spero rientri quanto prima.", ha detto Jón Þór.

Proprio Gugga sarà sostituita da Bryndís Lára Hrafnkelsdóttir che, dopo aver lasciato il calcio per dedicarsi all'atletica leggera ed essere successivamente tornata sui suoi passi, avrà l'occasione di mettersi meritatamente in mostra con la nazionale e sarà interessante capire se sarà la numero uno o se partirà dietro le sempre presenti Sandra Sigurðardóttir e Sonný Lára Þráinsdóttir.

Mancherà in Spagna, ma per scelta tecnica, Sandra María Jessen e, proprio sulla sua assenza, il CT si è espresso in questi termini: "Questo è il gruppo che pensiamo sia il migliore, per ora. Lei era convocabile per questo gruppo, ma questa volta non è stata selezionata. Non abbiamo chiuso alcuna porta per il futuro. È una grande giocatrice e ha tutti i mezzi per potersi unire a questo gruppo successivamente, così come altre giocatrici".

Una lieta notizia arriva da Elísa Viðarsdóttir, che rientra nel gruppo dopo un gravissimo infortunio al crociato e il periodo in maternità.

"Il suo ritorno è molto positivo. Si è allenata a pieno regime in estate e ha iniziato a giocare quest'autunno.", ha affermato il CT, che però non è stato interpellato sulla sorella, Margrét Lára, a lungo fuori per la medesima ragione.

Reparto arretrato che, chiaramente, è formato da Glódís Perla Viggósdóttir, Sif Atladóttir, Ingibjörg SigurðardóttirAnna Björk Kristjánsdóttir, come centrali, e che vede aggiungersi e confermarsi a loro Guðrún Arnardóttir

Hallbera Guðný Gísladóttir e Anna Rakel Pétursdóttir sono i due terzini sinistri.

Sempre sugli esterni, sono regolarmente presenti Rakel Hönnudóttir, Svava Rós GuðmundsdóttirSelma Sól Magnúsdóttir.

Tra le interne di centrocampo, c'è Andrea Rán Snæfeld Hauksdóttir che, proprio dallo scorso gennaio a La Manga, è diventata ufficialmente parte integrante del gruppo, con la talentuosa Alexandra Jóhannsdóttir, a completare il reparto formato dal capitano Sara Björk Gunnarsdóttir, appena eletta miglior sportiva islandese del 2018 (CLICCA QUI), Gunnhildur Yrsa Jónsdóttir e Sigríður Lára Garðarsdóttir.

In avanti, Fanndís Friðriksdóttir che, insieme a Gunny, si sta ben comportando con le australiane dell'Adelaide United, Elín Metta Jensen e Agla María Albertsdóttir sono le rifinitrici, con Berglind Björg Þorvaldsdóttir come unica prima punta.

Di seguito, l'elenco al completo nel tweet pubblicato dalla KSÍ.