Road To France | La Germania si allena al Leiknisvöllur. Domani sarà alle Fær Øer

Defaticante a Breiðholt per le teutoniche
02.09.2018 14:00 di Mattia Giodice Twitter:   articolo letto 422 volte
Le teutoniche a Breiðholt
Le teutoniche a Breiðholt

Dopo il successo di ieri pomeriggio contro la nazionale femminile islandese guidata dal commissario tecnico Freyr Alexandersson, al Laugardalsvöllur di Reykjavík, la Germania è passata nuovamente al comando del Gruppo 5 di qualificazione ai Mondiali con diciotto punti, due in più delle "Stelpurnar Okkar" (CLICCA QUI).

Per chiudere definitivamente i conti e andare in Francia senza passare dai PlayOff, le teutoniche dovranno avere la meglio sulle Fær Øer di Pætur Smith Clementsen, martedì alle 17:00 ora italiana.

Infatti, vincendo, con ogni probabilità anche pareggiando, realizzerebbero il loro intento.

Come da prassi, l'incontro si disputerà in contemporanea di Islanda - Repubblica Ceca.

Nella mattinata odierna, la Germania si è radunata al Leiknisvöllur, impianto casalingo del Leiknir R., dove le giocatrici scese in campo ieri hanno sostenuto una seduta defaticante e il resto della rosa una normale attività, prima della partenza verso l'arcipelago.

Non è ancora chiaro se domani sosterranno la rifinitura nel distretto di Breiðholt o se svolgeranno alle Fær Øer le consuete attività di vigilia, tuttavia il volo è previsto per lunedì.

Inoltre, sarà interessante capire se la comunicazione concederà ai media feroesi di realizzare interviste alla delegazione tedesca, giocatrici e staff tecnico, a differenza di quanto fatto nella capitale islandese (CLICCA QUI).

Il CT e il capitano Sara Björk Gunnarsdóttir, invece, hanno parlato regolarmente ai microfoni della ZDF.

Ad ogni modo, l'Islanda può ancora sperare nei PlayOff o, molto più complicato, nell'accesso dalla porta principale.

Le Fær Øer, invece, ancora a zero punti dopo sette incontri, avranno l'occasione di ospitare una delle migliori nazionali al mondo, con la consapevolezza di non avere nulla da perdere e giocare anche per le loro "cugine".

Di seguito, i due tweet della DFB che ritraggono quanto detto.